Home
Chi siamo
Gallery
Contatti
Moduli
Leggimi
Leggimi

Chi Siamo

L'Alfa Omega Basket nasce nel 1968 da un'idea di Don Giovanni Lombardo, presso la chiesa Santa Monica, in via dei Bragozzi, angolo via della Paranzella. 

...Ad Aprile inoltrato, col bel tempo, iniziarono i lavori previsti per la costruzione del campo da pallacanestro. Don Giovanni seguì con entusiasmo il loro progresso, partecipando personalmente alle rifiniture: il disegno delle linee del campo, la vernice, il montaggio dei canestri....

GLI ANNI SETTANTA - I primi anni settanta sono stati contraddistinti da grandi cambiamenti e da crescenti difficoltà per l’avventura sportiva dell’Alfa Omega. La storia di quegli anni .... Il primo è datato 1970: la parrocchia S. Monica si trasferisce nella sede attuale, presso l’omonima piazza. La vecchia chiesa ed il campo di basket dell’oratorio vengono demoliti. E’ ancora Don Giovanni ad occuparsi di far costruire un campo di basket alle spalle della nuova chiesa, con ingresso in Via Isole del Capoverde. Quel campo è ancora il terreno sul quale sorge l’attuale palestra dell’Alfa...

… L’allenamento è fissato al solito orario, le diciannove e trenta. Il cielo è coperto, fa freddo. Arriviamo al campo alla spicciolata, imbacuccati nelle nostre giacche invernali. Indosso un eskimo verde ed uno zucchetto di lana. Il campo è pieno di pozzanghere, sta di nuovo gocciando. Arriva in quel momento anche Neno (il nostro coach), nel suo giaccone beige. Proviamo a spazzare il campo con delle scope di saggina che teniamo negli spogliatoi. Qualcuno non ha assolutamente voglia di fare quella fatica probabilmente inutile. Mentre proviamo a rendere agibile il campo, inizia a piovere forte. Per ripararci dall’acqua ci rifugiamo in segreteria, un locale degli uffici parrocchiali che si affaccia sul campo da gioco con una porta doppia. Anche quella sera non ci alleniamo; durante la settimana il tempo è stato inclemente. Giocheremo la domenica successiva senza esserci praticamente allenati...

… Finalmente nel 1979 il buon Giancarlo Di Pietro, presidente in carica da sei anni, visto che nessuno ha intenzione di dare una mano, prende il toro per le corna e, pur non avendo nelle casse del gruppo sportivo il becco di un quattrino, fa approvare l’acquisto di una struttura pressostatica chiamata anche “pallone” proprio perché tecnicamente altro non è che un grande pallone in pvc (un telo impermeabilizzato in materiale gommoso) tenuto in piedi dalla pressione dell’aria immessa da un motore...

...Il pallone pressostatico crea grande entusiasmo, anche perché l’aria prodotta dal motore può essere calda: un prodigioso cambiamento di status, un vero lusso…

… Nel 1983 una nuova svolta: ancora all’insegna del “fai da te”. Alcuni appassionati, coinvolti dal solito Gabriele Di Pietro, si trasformano da un giorno all’altro da semplici genitori a dirigenti sportivi, mettono a punto un progetto comune, si auto-finanziano ed acquistano una struttura geodetica, ben più solida della precedente…

… Negli ultimi anni ’90 nasce il progetto di ristrutturare la palestra, in particolare si valuta l’ipotesi di sostituire il fondo esistente con uno in parquet…

2004: IL PROGETTO di Giancarlo Busato (ex-giocatore dell’Alfa Omega) … Quel giorno Gabry mi chiese se potevo dare una mano al progetto che il gruppo dirigente dell’Alfa Omega Basket aveva in mente: una nuova pavimentazione del campo unita allo spostamento delle tribune ma, soprattutto, dei nuovi canestri che consentissero una maggiore ottimizzazione degli attuali spazi della palestra. Quelli in uso allora erano oramai da sostituire per raggiunti limiti d’età ma anche per l’ingombro dimensionale del traliccio di supporto. A tali richieste non era possibile sottrarsi...

(dal Libro ALFA OMEGA BASKET 1968-2008 di Antonio Vavotici)

Contatti

Email: info@alfaomegabasket.it - Tel. 06 56 11 749

Moduli

ISCRIZIONE ESORDIENTI

RICHIESTA_CERTIFICATO_MEDICO_SPORTIVO

ISCRIZIONE SCUOLA

ISCRIZIONE MINIBASKET